Rhinoceros e Oculus Rift

Virtual Reality Experience

La realtà virtuale, per sua stessa definizione, simula la realtà effettiva. L’avanzamento delle tecnologie informatiche permette di navigare in ambientazioni fotorealistiche in tempo reale, interagendo con gli oggetti presenti in esse.

Oculus Rift è il dispositivo per immergersi nella relatà virtuale, l’esperienza 3D per eccellenza.Il primo prototipo usava uno schermo da 5,6 pollici ma dopo la campagna avvenuta su Kickstarter è stato deciso di passare ad uno schermo di 7 pollici. Lo schermo LCD ha una profondità di colore di 24 bit per pixel ed è abilitato alla stereoscopia 3D.

Il campo di visione è di oltre 90 gradi in orizzontale (110 gradi di diagonale), che è più del doppio rispetto agli altri dispositivi concorrenti. La risoluzione della versione DK1 è di 1280×800 (16:10 aspect ratio), cioè 640×800 per occhio (4:5 aspect ratio). La risoluzione del DK2 è di 1920×1080, cioè 960×1080 per occhio. Nella versione commerciale in uscita il 28 Marzo 2016 la risoluzione ufficiale è di 2160×1200 (1080×1200 per occhio).

Per funzionare, la Rift deve essere collegata da un cavo a un PC con sistema operativo Microsoft Windows che verrà eseguito il software (non è un dispositivo stand-alone). Questo computer deve essere dotato di una potente GPU almeno equivalente a una NVIDIA GeForce GTX 970 o AMD R9 290 e una CPU almeno equivalente a Intel i5-4590. [ 36 ]

Il Rift utilizza un pannello OLED per ciascun occhio, ciascuno avente una risoluzione di 1080 × 1200. Questi pannelli hanno una frequenza di aggiornamento di 90 Hz e rinfrescare a livello globale, piuttosto che la scansione in linee. Usano anche a bassa persistenza, nel senso che mostrano un’immagine solo per 2 millesimi di ogni fotogramma. Questa combinazione di elevata velocità di aggiornamento, aggiornamento globale e bassa persistenza significa che l’utente sperimenta nessuna delle sfocatura movimento o vibrazioni che è vissuto su un monitor normale. [ 37 ]

Esso utilizza lenti che consentono un ampio campo visivo. [ 3 ] La separazione delle lenti è regolabile tramite una manopola sulla parte inferiore del dispositivo, al fine di soddisfare una vasta gamma di distanze interpupillare. La stessa coppia di lenti vengono utilizzati per tutti gli utenti, tuttavia ci sono più interfacce viso in modo che gli occhi dell’utente possono essere posizionati ad una distanza diversa. Ciò consente anche agli utenti con gli occhiali di utilizzare la Rift, così come gli utenti con più diverse forme del viso.

Le cuffie sono integrati, che forniscono in tempo reale effetto audio 3D . Questo è stato sviluppato dalla tecnologia concessa in licenza da RealSpace audio 3D, da Visisonics. [ 38 ]

La Rift ha piena 6 gradi di libertà di monitoraggio di rotazione e di posizione. Questo monitoraggio è effettuato da sistema di tracciamento della costellazione di Oculus, ed è preciso, a bassa latenza, e sub-millimetrica precisione.[ 6 ]

Tra le Plug-ins per Rhinoceros per l’utilizzo della realtà Virtuale abbiamo:

Mindesk consente di utilizzare Rhino 5.0 in piena realtà virtuale immersiva usando Oculus Rift DK2! Fa parte di un progetto più ampio che permetterà presto di creare da zero modello 3D Rhino in VR.

Attualmente è testato solo su Oculus runtime 0.6.0.1 beta.

Scopri di più su  mindeskvr.com

istruzioni:

1. Scaricare e installare Oculus Runtime 0.6.0.1 beta qui

2. Impostare Oculus nel “modo ampliato”

3. caricare il plugin in Rhino (basta trascinare-and-drop)

4. Digitare “MindeskPlugin” nella console, il plugin creerà una doppia finestra

5. Indossare il Oculus e godere!

Si prega di consultare i programmi di guida, un esempio utente inclusi per le informazioni di installazione e di utilizzo.

Per una migliore esperienza il modello dovrebbe porre vicino all’origine degli assi e essere adeguatamente dimensionati (pan, orbita, e funzioni di zoom in arrivo …)

Ecco una raccolta di video interessanti su Rhinoceros con Oculus Rift:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Post comment